Free software


real phone

Richard Stallman (uno dei principali esponenti del movimento software libero) subito dopo la morte prematura di Steve Jobs affermò che nessuno merita di dover morire ma tutti ci meritiamo la fine dell’influenza maligna di Jobs sul computing, infatti lo definì: il pioniere del computer inteso come prigione resa cool, ovvero progettato per separare gli stolti dalla propria libertà (assolutamente condivisibile). Successivamente Stallman ha chiarito il senso della sua affermazione definendo i computer Apple delle vere e proprie manette digitali più strette e ingiuste che mai, progettati per rifiutare di lasciare agli utenti persino la libera scelta di installare applicazioni gratuite (un principio di libertà quindi completamente proibito). Questa pratica d’integrazione, chiamata letteralmente end-to-end, è stata introdotta fin dagli esordi in tutti i prodotti Apple (seppur con rare eccezioni strategicamente volute), e dimostra come Jobs provò persino a rendere illegale il software non approvato da lui stesso.
E’ stato sicuramente un grande visionario, forse un genio post-moderno, ma follemente rapito dal successo commerciale il quale spesso e volentieri lo ha portato ad essere un arrogante e spietato imprenditore simbolo di questa epoca così talmente frenetica di invenzioni tecnologiche, molte delle quali perfettamente inutili. Se è vero che non c’è sviluppo senza profitto…allora Jobs non ci ha lasciato nulla di utile ed innovativo, ma tutto copiabile (come poi, fortunatamente per gli utenti, è realmente accaduto).

 

Foto prelevata liberamente dal web

Annunci

3 pensieri riguardo “Free software

  1. Con tutta la stima che ho per Stallman, pur riconoscendo che la apple cerca di limitare in tutti i modi l’installazione di software non suo;
    devo comunque dire che ho imparato ad usare linux e le sue applicazioni su macchine apple imac ed ibook g4.
    Non uso da anni macchine apple, e preferisco non averne (compreso l’iphone), ma il macosx è un sistema unix, riconoscito anche dalla FSF come software libero, e può essere modificato secondo le proprie esigenze.
    Per completezza, occorre sottolineare che non rispecchia le quattro libertà del software libero, non essendo consentita la sua copia e ridistribuzione.

    Nonostante quanto scritto, concordo sull’aspetto dell’influena perniciosa che ha avuto sul mercato.
    ciao

    Liked by 1 persona

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...