Pesca NON sostenibile


free (11)

Tra di NOI sembra ripetersi un dramma continuo! Nell’indifferenza totale e nell’ipocrisia di tutti, soprattutto di quelli che ti dicono stupidamente: “Devi pensare più alle persone e non agli Animali!”
Senza sapere però che proprio loro non fanno mai abbastanza per la collettività, o meglio non fanno proprio nulla se non solo a se stessi.
Ogni volta che un immagine, una notizia o una storia ci colpisce particolarmente è come se dentro il nostro corpo qualcuno o qualcosa urli: PERCHE’?! Perchè tanta malvagità?! Perchè tutto questo dolore?
Forse l’essere Umano è davvero un “difetto” per questo pianeta, una condanna predestinata che prima o poi ricadrà sulle vite di ognuno.
E’ crudele pensare ciò? E’ assurdo che il progresso spinga solo verso sofferenza e morte? A cosa serve avere uno smartphone in tasca se poi ogni anno muoiono 5 milioni di bambini denutriti? E’ il destino dell’Umanità intera uccidere a piacimento? La soddisfazione di un bisogno momentaneo potrò un giorno essere abbattuta verso una maggiore consapevolezza delle vite altrui? Tante domande che non troveranno mai una risposta certa, solo tanti dubbi ed incertezze…quelle che ogni giorno invadono gli aspetti fondamentali della quotidianità.

 

Non c’è più vita nell’Oceano Pacifico, l’atroce testimonianza del navigatore australiano Ivan Macfadyen.

“L’intervista in rete, disponibile su Youtube, ad un grande viaggiatore dei mare e degli oceani, Ivan Macfadyen, australiano che ha viaggiato in lungo e in largo i mari e gli oceani più e più volte, lascia un magone nello stomaco e rende inevitabile la domanda: “Siamo davvero già a questo punto!”. Macfadyen, con un’imbarazzante semplicità e con un tono pacato, racconta la sua esperienza, quello che i suoi occhi hanno visto durante la sua ultima traversata dell’Oceano Pacifico nel 2013, partendo da Melbourne fino ad Osaka, migliaia di miglia nautiche senza vita ne’ in acqua ne’ fuori, impossibile per lui non notare l’assenza di Uccelli marini, impossibile non notare che nessun pesce abboccava all’amo e che non si vedevano nuotare e giocare i Delfini affianco alla barca, come nella traversata, con lo stesso itinerario, del 2003 dove l’oceano pullulava di vita: Balene, Tartarughe, Squali, Delfini, tanti Uccelli marini che cercavano cibo e usavano la barca per farsi accompagnare nella ricerca.

Desolazione! Distruzione! Deserto nell’acqua e fuori!

Un silenzio doloroso interrotto solo da rumori vuoti, privi di vita! Solo 10 anni prima era tutto così meraviglioso e rigoglioso, come è possibile, è il risultato del disastro nucleare di Fukushima? Probabilmente si, infatti uno dei pochi esemplari in vita che ha visto durante il percorso è stata una Balena con un enorme escrescenza sulla testa che sembrava senza dubbio un tumore. Ma non finisce qui, no non è ancora abbastanza straziante questo racconto, c’è ancora molto altro, infatti Macfadyen continua a raccontare che l’assenza di vita inizia in concomitanza con il confine con la Grande Barriera Corallina, infatti descrive le acque del Queensland come completamente sterili e prosciugate dalla massiccia pesca industriale.

Inquinamento marino: è ancora allarme plastica negli oceani. Secondo nuove stime, infatti, tra 35 anni gli oceani potrebbero contenere addirittura più bottiglie di plastica che pesci. L’allarme è lanciato da uno studio intitolato “The New Plastics Economy: Rethinking the future of plastics”, realizzato dal World Economic Forum in collaborazione con la Ellen MacArthur Foundation. Le proiezioni non lasciano scampo: entro il 2050 gli oceani accoglieranno più plastica che pesci.”

 

Clicca qui in basso ed informati sulla drammatica situazione attuale e futura:

Non c’è più vita nell’Oceano Pacifico, l’atroce testimonianza del navigatore australiano Ivan Macfadyen

 

Annunci

2 pensieri riguardo “Pesca NON sostenibile

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...