La vita di una famiglia siriana


“Se pensate che le vostre vite siano difficili, che i vostri problemi siano insormontabili. Se pensate che vorreste dare di più ai vostri figli. Se pensate che i soldi non bastino mai, che la vostra casa sia troppo piccola, provate a confrontare la vostra vita con quella di una famiglia siriana. Amnesty International ha realizzato questo video in cui procedono parallele due mattinate, quella di una bambina occidentale, e quella di una bambina siriana, nelle loro rispettive famiglie. Come di rito le due bambine si alzano dal letto, quella siriana indossa il velo, mentre quella occidentale no, ma le immagini colpiscono non appena scendono dal letto: il piede della bambina siriana è devastato dalle ferite.

o-BAMBINE-570

o-PIEDI-570.jpg

È finito il latte? Nessun problema, si ricompra…a casa di una bambina occidentale. Diverso il caso di quella siriana, che nella tazza della colazione ha solo poche briciole. E no, non ci sono soldi per ricomprare i cereali o i biscotti.

o-COLAZIONE-570.jpg

Il papà siriano esce di casa con pantaloni stracciati, il papà occidentale va via in macchina, ma a parlare sono le stesse espressioni dei componenti delle due famiglie. Sorridenti quelli occidentali, preoccupate e sporche quelle dei siriani, parte di una popolazione sempre più devastata dalla guerra.”

o-PADRI-570.jpg

o-MACCHINA-570o-MAMME-570.jpg

 

Original post La vita di una famiglia siriana è certamente più difficile di quella della tua.

Annunci

6 pensieri riguardo “La vita di una famiglia siriana

  1. Se tutti i Siriani fossero stati al fianco di Assad e del suo legittimo governo, oggi – fra le altre cose – forse non si troverebbero in questa situazione. Purtroppo ci vanno di mezzo anche i lealisti, ma di certo per chi ha tradito il suo paese, il pane è giustamente condito con le lacrime, come giustizia chiede.

    Mi piace

  2. Bel post!
    Davvero, dovremmo essere più grati per la vita che abbiamo, per quanti problemi possiamo avere, sono nulla in confronto a chi vive in certi luoghi del mondo dove la guerra, la paura, la miseria e la disperazione sono ormai compagne della vita quotidiana…..davvero impossibile confrontare le nostre vite con le loro!
    ciao
    Serena

    Liked by 1 persona

  3. Ovviamente chi punta il dito contro certe persone non sa cosa hanno vissuto sulla loro pelle. Chi punta il dito contro tutti questi “diversi” non sa cosa sia patire la fame, non sa cosa sia avere la povertà. Quindi il tuo esempio è molto chiarificante e dovrebbero vederlo tutti, farne una pubblicità in modo che la gente capisca. Ma quello che passano in tv è solo un messaggio di diversità dovuto a idee diverse di vita e basta. Non c’è cosa più falsa! Ma si sa che al capitalismo piace sempre sfruttare certi pregiudizi per aumentare il divario tra le persone e sfruttarlo per i suoi sordidi scopi.

    Liked by 1 persona

    1. “Ma si sa che al capitalismo piace sempre sfruttare certi pregiudizi per aumentare il divario tra le persone e sfruttarlo per i suoi sordidi scopi.”

      Esattamente! Usare i mezzi di comunicazione per aiutare a risvegliare le menti assopite da tanta induzione è un buon metodo ma bisogna battere molto e a lungo…gli ostacoli alla liberazione sono ovunque e ben mistificati, quindi la lotta pacifica ha bisogno di molte voci da diffondere.
      Grazie per il tuo commento!

      Mi piace

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...