La cospirazione delle mucche


Questo è un documento molto importante da discutere e condividere!
Ora si capisce perchè la maggior parte delle persone non è a conoscenza dell’attuale situazione, talmente drammatica da presupporre la più grande estinzione di massa!
Da anni si puntualizza e si contesta il sistema industriale e dei trasporti come maggiore responsabile dell’effetto serra, dell’inquinamento atmosferico e della deforestazione…mentre non si evidenzia, non si discute abbastanza o quasi per niente che i veri responsabili di tale devastazione sono gli allevamenti intensivi degli Animali, con il relativo indotto, e la pesca sconsiderata negli oceani che tramite reti gigantesche annienta specie marine non propriamente adatte al consumo Umano. L’industria della carne contribuisce notevolmente al surriscaldamento dell’atmosfera, alla distruzione delle foreste, allo spreco idrico e alla desertificazione. Oltre al genocidio Animale, e non certamente per meno importanza, essa è responsabile della più grande catasfrofe della storia recente. Dobbiamo risalire alla scomparsa dei Dinosauri per paragonare un tale annientamento dalle cifre apocalittiche! E nessuno, o ben pochi, ne parla! Le principali organizzazioni ambientaliste tacciono o non vogliono affrontare pubblicamente la questione, e solo ora è chiaro perchè lo stesso Al Gore nel suo prezioso ma incompleto documento “Una scomoda verità” non menziona una sola parola in merito agli allevamenti intensivi. Paura? Ignoranza? Imprecisione nell’esporre i fatti reali? O piuttosto un voler appositamente mistificare e distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalla pura e cruda verità? Altro che scomoda! Assolutamente consapevole e ben voluta dalle corporazioni del cibo!
Molto astutamente si cerca di indurre negli acquirenti un consumo sostenibile tramite furbe e sofisticate azioni di propaganda, le quali molte di esse affermano pubblicamente che il miglior metodo per salvare Animali e Pesci è…mangiarli! Ovvero accettare un sistema produttivo biologico e certificato che classifichi e categorizzi un allevamento controllato e massificato su specifiche liste di protocollo, impedendo (secondo loro) una produzione (e quindi uccisione) incontrollata o sconsiderata. Non è tramite il “business green” che si impedisce la morte di miliardi di specie viventi! Non certamente perseguendo un sistema capitalista sanguinario nel suo essere spregiudicato che si otterranno buoni risultati di salvaguardia e parsimonia! Indubbiamente se si continuerà su questo percorso, costituito principalmente da disinformazione e mistificazione, le vittime passate ma valorose di chi ha voluto personalmente esporre il problema non saranno mai giustificate! Chi ha cercato con coraggio e caparbietà di effettuare un cambiamento di rottura è stato ucciso o perseguitato! Nessuno ha il diritto di distogliere la volontà etica delle persone!
Se da oggi a venire non si affronteranno responsabilmente le attuali abitudini quotidiane riducendo quindi e notevolmente i consumi di carne e derivati…non sarà più necessario nessun buon proposito per ottenere energia pulita! Non sarà più necessaria nessuna conversione industriale! L’estinzione diverrà una precisa realtà!

Annunci

13 pensieri riguardo “La cospirazione delle mucche

  1. questo è uno dei tanti problemi esistenti sulla terra….. non carnivora e non ne faccio un uso esagerato…. sarebbe bello innanzi tutto che gli animali crescessero in libertà e non in serie da macello….. sarebbe bello recuperare carne buona nell’immediato vicinato e non necessariamente dover importare dall’estero per abbassare i costi e non sapere nulla di quello che è stata la vita dell’animale… ce ne sono di problematiche a riguardo….. purtoppo non ci sono più i contadini di una volta e le persone che hanno voglia di lavorare… quindi da qui tutto il seguito.
    complimenti per l’articolo… molto interessante ^_^

    Mi piace

    1. “…sarebbe bello recuperare carne buona nell’immediato vicinato e non necessariamente dover importare dall’estero…”

      Sarebbe meglio non recuperare nulla che faccia parte di un essere vivente senziente. Vivere su questo pianeta non significa uccidere e depredare…piuttosto raccogliere i frutti che la terra ci dona. Purtroppo quello che è avvenuto fino ad ora è devastante e anche di più! Si spera che le cose migliorino…presto!
      Grazie per il tuo commento, e cari saluti.

      Liked by 2 people

    2. Buongiorno lellaj1005,
      carne BUONA NON ESISTE, è un alimento assolutamente TOSSICO per l’organismo umano visto che la nostra natura è FRUGIVORA come ampiamente dimostrato dalla scienza moderna ( vedi anatomia comparata tra carnivori, onnivori, erbivori e frugivori ).
      Abbiamo il 99,1 % del DNA uguale a quello dei primati ( scimmie ) piu’ evolute e siamo così AUTOLESIONISTI da volercelo volontariamente dimenticare, assassinando o facendo assassinare quindi esseri senzienti, intelligenti e assolutamente INNOCENTI solo per soddisfare la nostra avidità di denaro e di gola, in omaggio al “dio” più adorato sulla terra.
      Il “dio” denaro !

      saluti

      Mancini Moreno

      Liked by 2 people

      1. Hai detto bene: INNOCENTI.
        Le cattive abitudini sono considerate buone e lecite (vedi la caccia). Bisogna far capire cosa è sbagliato e ritenuto istituzionalmente giusto.
        Non è facile…ma poco alla volta qualcosa sta cambiando.
        Grazie per il tuo commento. Cari saluti.

        Mi piace

      2. oih boh Mancini Moreno…. non volevo scatenare tutto ciò…. ma parlarne in tranquillità come scambio di idee… Adoro la cucina e in questo è compreso anche l’alimento carne…. non sono vegetariana ne vegana… ma rispetto le scelte altrui… non posso parlare di rispetto per gli animali.. perchè sennò si scatena un putiferio…. prendo atto della sua cortese affermazione e la ringrazio.

        Mi piace

  2. Molto bello l’articolo, su una tematica importantissima e davvero quasi per niente conosciuta!
    Molto bello il video!
    E molto bella la tua risposta al precedente commento…. “Sarebbe meglio non recuperare nulla che faccia parte di un essere vivente senziente. Vivere su questo pianeta non significa uccidere e depredare…piuttosto raccogliere i frutti che la terra ci dona.”….ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO!!!!!!!!
    Grazie, condivido……
    Buona serata
    Serena

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Serena…di recente ho visto il documentario Cowspiracy il quale, oltre e naturalmente confermare tanti fatti e circostanze a noi note, mi ha enormemente sorpreso su alcuni aspetti diversamente condivisi da molti e non ti nascondo anche da me! Molte organizzazioni ambientaliste quali Greenpeace o altre a livello internazionale minimizzano o tacciono di fronte al contributo devastante degli allevamenti intensivi. Questo è un grave fatto che presume un coinvolgimento forzato e mistificatorio di alcune tra le principali associazioni presumibilmente benefiche e quindi pacifiste! Cosa sai a riguardo?

      Mi piace

      1. Effettivamente l’inquinamento ambientale causato dagli allevamenti intensivi è un tema poco trattato dalle associazioni ambientaliste…ma non ne so molto sul perchè….sarebbe interessante scrivere ad esempio a Greenpeace per sapere come mai non è un tema al quale dedicano la loro attenzione, visto l’enorme impatto ambientale degli allevamenti!
        Tra gli ambientalisti non sono così tanti i vegetariani/vegani perciò forse non chiedono alle persone di non mangiare carne perchè hanno paura di perdere consensi e quote associative……sarebbe interessante leggere la loro risposta e vedere come si giustificano….

        Liked by 1 persona

      2. Gli allevamenti intensivi impattano notevolmente sull’ambiente! Molto più dei trasporti e molto più di ogni altro ciclo industriale. Se si aggiunge, e non per meno importanza, che ogni anno circa 200 miliardi di Animali vengono uccisi a scopo di lucro…si capisce benissimo perchè NON si può continuare in questo modo! Almeno lo capisce chi non guadagna su questo scempio. Il pianeta ha risorse finite ed esauribili, il capitalismo richiede fatturati infiniti…e ciò non va bene, per niente! La previsione può essere solo negativa e il sistema attuale è votato al collasso, è solo una questione di tempo. Il commercio non ha più solide basi di cooperazione e libero scambio, solo previsione di grandi profitti a danno di altri. Le richieste di carne e derivati stanno aumentando e la popolazione mondiale è in crescita smisurata: entro il 2050 saremo 9 miliardi. Il territorio è devastato e gli Animali muoiono, questa è la più grande estinzione di massa dai tempi dei Dinosauri. Nel documentario sono evidenziati gli aspetti controversi di questa crescita irresponsabile che provoca morte e miseria ovunque, il benessere apparente di una società consumista non è una speranza per le nuove generazioni…bensì una condanna. Le associazioni ambientaliste tacciono e non rispondono (Greenpeace compresa!), e questo è un fatto molto grave che non preannuncia nulla di buono. Come sempre la soluzione è nella coscienza delle persone comuni, dei singoli che possono fare la differenza. Bisogna educare ed informare dal basso, mai nessuna istituzione o organizzazione noprofit affermerà con coraggio che il carnismo è deleterio. In una società dei consumi, dove tutto è sfruttamento e profitto in egual misura, la sincerità e la coerenza, la tolleranza e la solidarietà, la salvaguardia e la parsimonia non vanno daccordo con i fatturati aziendali, e molte di queste associazioni si reggono in piedi grazie a solidi finanziamenti più o meno leciti, e sono troppo pochi gli ambientalisti che lavorano gratis o comunque non corrotti dalle multinazionali, pochi rispetto all’immenso lavoro da svolgere per raggiungere una sana e libera società antispecista. Nessun governo è diretto verso un azione etica, logica e rispettosa per il reale benessere delle specie viventi. Troppi sono gli interessi lucrosi di un sistema capitalista gestito da banche ed organizzazioni sovranazionali designate al soddisfacimento personale ed individuale di poche elìte di persone. Il vero veganismo etico non salutista e non eletto a speculazioni commerciali può essere una valida alternativa per raggiungere un nuovo e buono progresso mentale che possa liberare esseri Umani ed Animali da tanto “schiavismo” sofisticato. Purtroppo in un mondo moderno così mistificato ad arte gli schiavi esistono, eccome se esistono. L’Africa e tutte le zone del pianeta ai margini delle grandi metropoli sono piene di esseri viventi, Umani e non, che soffrono e patiscono una fame ammalata da un perfezionismo competitivo a carico di un individuo egoista e psicotico. L’unico individuo esistente che agisce per convenienza distruttiva, e non per reale sopravvivenza.

        Mi piace

  3. Le tue parole, TUTTE, cara Serena sono SANTE ! Purtroppo il mondo è viagliaccamente EGOISTA ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti…..speriamo che prima possibile la gente inizi a capire e a ragionare con la propria TESTA. Un abbraccio, Moreno

    Liked by 1 persona

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...