Oops!



A quanto pare fermarsi alle apparenze è puro semplice gusto antropocentrico…la natura è bellissima quanto violenta, ma riflettere su un determinato comportamento di un predatore non giustifica l’essenza violenta dell’uomo in quanto essere vivente progredito. Io in qualità di essere presunto intelligente posso scegliere se nutrirmi di Animali o di frutti della terra, posso scegliere perchè ho una coscienza che me lo permette. Il predatore in natura non ha scelte, almeno non nell’immediato: o mangia la preda o muore di fame! Io invece no! Io non sono un predatore, e neanche una preda! Sono un essere vivente che con astuzia e gusto macabro ha scelto migliaia di anni addietro di assoporare ogni risorsa naturale vivente come unico scopo ai suoi fabbisogni personali. Oggi, con il capitalismo sfrenato e devastante, l’essere umano carnista ha raggiunto il suo apice massimo: una lunga catena di montaggio fatta di Animali costretti a nascere per essere uccisi e mangiati da uomini e donne esecutori legali indiretti di una morte annunciata dietro compenso economico.
Il futuro umano è quanto mai difficile e dubbioso da intravedere ed affrontare eticamente. Oggi si pone avanti a noi tutti un quesito alquanto critico da analizzare e somatizzare: continuare a percorrere un epoca carnista che ha creato solo morte e devastazione in tutto il pianeta dietro un benessere puramente illusorio fatto di oggetti momentanei e cibo crudele…o chiedere e perseguire una svolta nei consumi e nelle abitudini giornaliere in modo tale da porre fine a questo genocidio sanguinario che perdura da millenni?
Il sangue degli animali è rosso, come il nostro…e quello invisibile ad occhio nudo, ha la stessa essenza vitale!

Annunci

3 pensieri riguardo “Oops!

  1. Il peggior genocidio è però quello che sta avvenendo oggi. Probabilmente gli uomini primitivi si nutrivano prevalentemente di carogne e solo raramente potevano cacciare qualche grossa preda. Inoltre il consumo di carne, se può trovare una qualche giustificazione nei climi freddi dove non crescono cereali e legumi, è assolutamente immorale nei Paesi del Mediterraneo. Anche la dieta degli antichi Romani era costituita al 98% di cereali e solo da un 2% di piccoli pesci. Negli ultimi decenni, vittime di una pubblicità e di una politica economica scellerata si consuma carne e quindi territorio e risorse senza nessun rispetto per gli altri esseri viventi e per l’ambiente.

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Elena, grazie per il tuo contributo. Purtroppo, e vorrei che non fosse così, sono daccordo con te. L’antropocentrismo umano da secoli protagonista indiscusso del vivere quotidiano oggi ha raggiunto, complice il capitalismo, il suo apice massimo.
      Cari saluti. 🙂

      Liked by 1 persona

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...