Ipocrita


Il consumismo è diventato una religione
Festeggiare la natalità cristiana con un banchetto di carne e derivati credo sia il gesto più falso e ipocrita che un credente possa fare. Ciò simboleggia un gesto ignobile che tutti o quasi non percepiscono integralmente. Del resto non a caso esiste in periodo pasquale il digiuno della settimana santa.
E’ innegabile che anche nell’antichità fosse tradizione culinaria sacrificare un animale per celebrare una festività o peggio un rito religioso…ma oggi nell’epoca più gloriosa del consumismo sfrenato speculativo, le ricorrenze sono solo una manifestazione inutile e deprimente di un nutrimento sconsiderato e non privo di eccedenze. I quantitativi di cibo che in questi giorni verrano gettati nell’immondizia, non solo come avariati, sono enormi. Gli sprechi alimentari che la grande distribuzione effettuerà sono oltre misura incalcolabili. Si parla ancora oggi di calo nelle vendite alimentari quando invece nessuno analizza il problema dell’iper-produzione di alimenti utili ad un rifornimento speculativo di strutture adibite alla sola vendita commerciale. Le tecniche micidiali marketizzate hanno trasformato un libero mercato in psicosi illusoria tradotta in fabbisogno forzato generatore solo di insoddisfazione ed insicurezza. Chi non ha il potere economico di acquistare oggetti o cibo sente un forte senso di privazione e conseguente sentimento deprimente di dissociazione comunitaria. Non poter pagare i propri fabbisogni rende poveri ed infelici chi sente necessariamente obbligatorio far parte di un sistema costretto alla capitalizzazione.
Sembrerebbe folle privare i nostri figli di un dono meritato in quanto innocente, ma non sarebbe meglio insegnare loro un maggior rispetto verso valori etici più dignitosi?

Foto di Banksy

Annunci

16 pensieri riguardo “Ipocrita

    1. Il vero problema non è solo nei cristiani…ma un po’ in tutto l’estremismo. Anche il movimento vegan rischia pericolosamente di essere confinato in una brutta nicchia. La colpa come sempre è dell’uomo e della donna troppo radicati nelle loro scelte.
      Grazie per il tuo contributo.

      Liked by 2 people

  1. Veramente la loro cara Bibbia dice che Iddio ha messo gli animali sulla terra per sfamare l’uomo. Una delle ragioni per le quali credo che la Bibbia sia solo letteratura e non dogma. In ogni caso la Bibbia “aggiusta il letto” dei cattolici in modo che stiano ben comodi, e che lo spreco non sia biasimevole. Una delle ragioni (oltre all’esistenza dei figli dei miei vicini di casa) per le quali credo che il cattolicesimo, e la religione in generale, siano uno dei principali ostacoli alla fratellanza tra esseri umani e al rispetto per la Natura e gli Animali.

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Lidia, io non sono un grande credente anche se ho frequentato assiduamente assemblee cattoliche ed evangeliste, e non nascondo una particolare condivisione nelle loro interessanti prediche. E’ stato un percorso molto importante per la mia crescita spirituale, ma purtroppo è stato interrotto proprio da molte incongruenze che ho riscontrato e che tu giustamente hai enunciato. Non ho mai sentito una sola parola in difesa degli animali o dell’ambiente. Se per caso avessero voluto specificarlo nella definizione di: “sostegno ai più deboli”…allora forse io come tanti non ho capito il loro sforzo linguistico. Ma del resto non si spiegherebbe come mai non esiste un solo gruppo religioso che vieti l’uso di cibo d’origine animale…e del resto è sempre colpa dell’uomo e della donna che riportano in gran vivavoce ciò che per quanto ci si ostini a negare è pur sempre un concetto terrestre (terreno). Ciò che dice la Bibbia è solo testo scritto tramandato di secoli in secoli dove ognuno ha poi esteso un interpretazione personale. Se esiste un Dio noi esseri viventi in quanto mortali non potremmo mai capirne l’essenza e il vero significato. Se esiste un aldilà…allora è un altro discorso.
      Grazie per il tuo contributo. 🙂

      Mi piace

  2. Dico solo che è in ognuno di noi la consapevolezza della misura e della modestia, anche dell’etica personale. Parlare di cattolici, mussulmani, vegani, o quant’altro, in alcuni argomenti non ha senso. Come nell’estremismo o nell’ipocrisia. Coscienza e basta

    Liked by 1 persona

  3. Caino era colui che offriva a Dio piante e fiori, Abele invece gli sacrificava gli animali e Dio guardò con occhio benigno Abele e disprezzò le offerte di Caino. Incomincia pressapoco così la Bibbia. Il libro forse più violento crudele e pornografico che sia mai stato scritto. Non è più attuale? Credo che condizioni ancora tutta la nostra cultura e che lo si debba leggere per capire che cosa aspettarsi ancora dagli esseri umani.

    Liked by 1 persona

    1. Cara Elena…non posso approvare o condividere il passaggio biblico che hai menzionato perchè non ho letto così bene la Bibbia. Vado a fiducia e spero vivamente che sia così! Sul condizionamento attuale, ho seri dubbi. Semplicemente perchè oggi la massa popolare, che purtroppo fa la differenza, è molto ignorante!
      Grazie per il tuo contributo. 🙂

      Mi piace

      1. http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&Citazione=Gen%204&Versione_CEI74=&Versione_CEI2008=3&Versione_TILC=&VersettoOn=1&mobile= Puoi trovare la citazione di cui parlo nel 4° capitolo della Genesi, 3° paragrafo. Miti, credenze e religioni agiscono sul nostro inconscio da millenni e ci condizionano senza che noi lo sospettiamo. E’ quello che succede per ogni festività, soprattutto per il Natale ed a questo proposito ti indirizzo al mio post intitolato -Buon Natale- in elenaedorlando (in seguito al quale ho perso molti amici, spero di non perdere anche te)

        Liked by 1 persona

      2. Perdere me?! Stai scherzando vero? Chi rompe gli schemi indotti è un coraggioso meritevole di stima.
        Grazie per la citazione, che pubblico e andrò presto a leggere. Sono daccordo con te: molte delle abitudini borghesi moderne sono influenzate e troppo spesso applicate in maniera assolutamente sbagliata. Siamo diventati consumatori inconsapevoli sotto ogni aspetto della nostra vita, e anche i valori più importanti ed unici come amore, rispetto e tolleranza, sono stati rovinosamente deteriorati da una psicosi collettiva. Rapporti familiari, di coppia, sociali, sono ormai ridotti ad un puro scambio di favoritismi superficiali. Le storie sentimentali finiscono prima ancora di incominciare…riducendosi ad un puro contratto economico tra due persone che originariamente erano destinate solo ad amarsi e a creare una famiglia. Le eccezioni per fortuna esistono e sono quelle da perseguire ed imitare…non le false tradizioni illusorie.
        Grazie per il tuo prezioso contributo. 🙂

        Liked by 1 persona

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...