Condizione


piacere!
“Secondo la dieta alcalina uno dei problemi tipici dell’alimentazione moderna, composta principalmente di cibi confezionati, raffinati e trasformati, proteine animali e zuccheri, è che tende ad avere un effetto acidificante sul corpo con conseguenze sulla salute che possono portare al rischio di malattie infiammatorie e tumore. Ecco allora che sarebbe bene inserire sempre più spesso alimenti in grado di riportare il pH verso l’alcalinità e dunque riequilibrare il corpo.
Anche se non siete estimatori di questa teoria, che i detrattori considerano senza fondamento scientifico, dovrete comunque convenire che gli alimenti consigliati (tutti provenienti dal mondo vegetale) sono indubbiamente salutari e le loro proprietà sono state confermate anche da diverse ricerche che ne hanno misurato le caratteristiche e i benefici sull’organismo. Vi consigliamo quindi di inserirli nella vostra dieta abituale, alternandoli a seconda della stagionalità e dei vostri gusti.
Barbabietole, rape, carote, ravanelli e tutte le altre radici e tuberi commestibili hanno un effetto alcalinizzante sul corpo. Oltre a ciò sono ricche di sali minerali e fibre e quindi contribuiscono indubbiamente ad una buona salute generale dell’organismo. Possono essere mangiate sia crude che cotte al vapore o bollite e poi condite con un filo di olio extravergine di oliva.

Gli effetti benefici delle crucifere (tutta la famiglia dei cavoli e dei broccoli) sono ormai rinomatamente conosciuti. Oltre a spostare il pH del corpo verso una leggera alcalinità rinforzano il sistema immunitario, migliorano la digestione e gli sono state riconosciute doti anche nelle prevenzione di alcuni tumori. Quando di stagione, possono essere mangiate ogni giorno, la varietà infatti è molto ampia e si può scegliere tra broccoli, cavolfiori, cavolo nero, verde, ecc.

L’aglio ha innumerevoli proprietà ed è considerato uno degli alimenti migliori che dovrebbe consumare chi vuole mantenersi in ottima salute. Oltre ad essere alcalinizzante, l’aglio è un antibatterico naturale, migliora la salute cardiaca e aiuta il sistema immunitario, ha proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e contribuisce ad una buona disintossicazione dell’organismo. Può essere dunque considerato a tutti gli effetti un superfood, tra l’altro a basso costo e sempre disponibile.

Può sembrare strano parlare di limoni come di un alimento alcalinizzante dato che all’origine questi frutti hanno un pH acido a causa del loro contenuto di acido citrico. In realtà l’effetto alcalinizzante si verifica una volta che il limone si trova nell’organismo, soprattutto se è stato assunto con un po’ d’acqua la mattina a digiuno. I vantaggi sono molti: aiuta il sistema immunitario, sostiene la disintossicazione del fegato, migliora la digestione e aiuta la perdita di peso. Tutto ciò con vantaggi anche che si riflettono sull’energia e la vitalità della persona già di prima mattina.

Il cetriolo è un ortaggio alcalinizzante particolarmente prezioso per il suo contenuto di acqua che arriva ad essere addirittura il 95% del suo peso. Non è un caso che la stagionalità di questa verdura sia l’estate, quando è eccezionale per il suo potere idratante ma anche per il suo contenuto in antiossidanti, vitamine e sali minerali. I cetrioli si mangiano generalmente crudi in insalata ma un ottimo modo per consumarli è anche realizzare dei succhi insieme ad altri ortaggi o frutta.

Come il cetriolo, anche il sedano è un ortaggio alcalino particolarmente ricco di acqua che si utilizza molto spesso in zuppe e soffritti ma che ovviamente, per sfruttarne al meglio le proprietà, sarebbe meglio consumare crudo in pinzimonio o aggiunto a succhi e centrifughe. Il sedano offre una buona dose di vitamina C ed è consigliato come snack o spuntino anche a chi vuole perdere peso dato che ha pochissime calorie ed è diuretico.
Anche le mele, come la maggior parte della frutta, sono alcalinizzanti e in più forniscono al corpo fibre, essenziali per il benessere intestinale, e nutrienti come vitamine, minerali e altre sostanze utili all’organismo per rimanere in buona salute. L’ideale sarebbe consumarle con la buccia che è la parte più ricca di nutrienti, ma per poterle mangiare integralmente è molto importante che siano di provenienza biologica.
L’avocado può essere considerato un vero e proprio dono della natura viste le sue caratteristiche. Ha fama di essere molto calorico in quanto contiene moltissimi grassi ma in realtà si tratta di grassi buoni (compresi gli Omega 3) e mangiato con criterio in realtà non contribuisce all’aumento di peso. Questo frutto contiene inoltre sali minerali, vitamine, antiossidanti ed è considerato un buon alcalinizzante del pH.
Un altro frutto straordinario dal potere alcalinizzante sul corpo è l’uva. Ogni volta che mangiamo un grappolo forniamo al nostro corpo acqua, sali minerali, vitamine e antiossidanti come il famoso resveratrolo. Un metodo che viene spesso utilizzato, non solo per riequilibrare il pH del corpo ma anche per depurarsi e disintossicarsi, è la cura dell’uva, una dieta a base di succo di uva o uva intera da seguire generalmente per un periodo di 1-2 o 3 giorni.”

Original post http://www.greenme.it/mangiare/alimentazione-a-salute/15032-10-cibi-alcalini

Annunci

3 pensieri riguardo “Condizione

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...