Controllo


Vi spiego in breve come funziona il sistema bancario, responsabile di questa crisi economica globale che da anni ci sta portando in un delirio sociale incontrollato.
Una solo premessa: la società moderna è costituita da una piramide dove in basso ci siamo noi: il popolo, la manodopera, la forza lavoro reale. A seguire i governi nazionali, le corporazioni, le banche comuni, le banche centrali. E nel gradino più in alto alcuni personaggi molto potenti, al di sopra di tutto, che come tanti burattinai muovono le tele, o meglio tirano la “lenza” tramite grossi movimenti più o meno legittimi ed oscuri con unico grande obiettivo: Controllo della Masse Popolari Borghesi e Nuovo Ordine Mondiale.
Detto questo è importante sapere che oggi la maggior parte delle nazioni industrializzate, e di conseguenza i loro governi, non hanno più la propria sovranità.
Noi italiani l’abbiamo persa accettando il Trattato di Maastricht, o Trattato sull’Unione Europea. Per cui leggi, decreti e provvedimenti legislativi che i parlamenti nazionali emanano non hanno nessun potere “legittimo”, in contrasto con il reale e netto andamento dell’economia guidata dalle banche centrali (Fed, Bce ecc.).
La Federal Reserve System è la banca centrale americana costituita frettolosamente e in gran segreto nel 1913 dal congresso americano. Lo scopo ufficiale? Impedire future crisi finanziarie. Definizione: “È una struttura indipendente dal governo statunitense, con finalità pubblicistiche e con alcuni aspetti di natura privatistica. La Fed viene considerata una banca centrale indipendente perché le sue decisioni non sono ratificate da alcun organo del potere esecutivo o legislativo.”
Sì, ma chi controlla la Fed? E la Bce? La Banca Centrale è un ente privato o presunto tale totalmente autonomo da ogni controllo pubblico e democratico.
La maggior parte dei governi attuali sono illegittimi. Renzi per esempio non è stato nominato dal popolo e prima di lui il sig. Letta o addirittura Monti (delegato “particolare” come il sig. Draghi (si vedano i loro curriculum professionali e i loro incarichi passati)). Abbiamo tutti assistito in silenzio a questo teatrino ignobile ed immorale senza fare niente, nulla. Uno sciopero, una manifestazione, un corteo…ecc. Niente di concreto che potesse fermare la presunta cospirazione.
Anche nel parlamento europeo ci sono alcuni personaggi alquanto oscuri, come il sig. Herman Van Pompuy per esempio, non nominato dal popolo tramite regolari elezioni e pertanto illegittimo. Perchè? Chi sono queste persone? E quanti altri esistono e lavorono dietro le quinte? Sono tante piccole “pedine” inserite con uno scopo ben preciso? Controllo delle masse popolari? Influenza indiretta sulla politica comunitaria? Nella fattispecie sono rappresentanti di una forma di potere opportunista?
Ma torniamo al sistema bancario. E’ tutto molto semplice. Da anni ormai le Banche Centrali (che ricordiamo sono totalmente private ed indipendenti da qualsiasi controllo governativo) lavorano in questo modo: allungano la “lenza” stampando soldi e prestandoli alle banche comuni (come la mia o la tua) che a loro volta li prestano ai cittadini, governi, società ecc…creado appunto moneta circolare, libero scambio, occupazione, benessere. La gente è contenta e compra tante cose: oggetti…beni. Con un mutuo acquista una casa ecc. ecc. Ovvero si indebita. Naturalmente le banche non regalano niente, anzi hanno il loro profitto, che pian piano richiedono tramite lo “spread”…ovvero il loro interesse.
Un esempio molto pratico e semplice: oggi per vivere abbiamo bisogno di beni di prima necessità (cibo), oltre a tante altre cose che (apparentemente) ci semplificano la vita (auto, cellulare, pc, oggetti vari…). E non potendo produrli da soli dobbiamo acquistarli con la moneta di scambio attuale che è il denaro (euro, dollaro ecc.).
Il denaro però non cresce sotto il cuscino, dobbiamo prenderlo in banca, lavorando onestamente e duramente (a meno che non diventiamo rapinatori). Chi produce il denaro e chi lo detiene? La Banca Centrale. E noi possiamo ottenerlo? Certo. Come?
La nostra banca è altruista, non vuole venderci il denaro, vuole prestarcelo.
Mettiamo il caso che abbiamo bisogno di 10 euro. La banca li presta a noi per un anno con un interesse diciamo…del 10%. Ma vuole anche una garanzia in caso noi non portiamo a termine l’accordo, perciò ci ipoteca qualcosa di nostra proprietà. Noi se facciamo i bravi non perdiamo nulla, e la banca riavrà tutti i suoi soldi più il suo interesse. Ma dobbiamo considerare (per ipotesi) che la banca possiede 100 euro in tutto…”reali”…senza altro denaro. Oltre a noi ci sono altre persone buone ed oneste che necessitano di soldi e di un prestito per vivere. Diciamo 10 persone. 10 euro ciascuno per un totale di 100 euro. Fino a qui non c’è niente di male. La banca è stata generosa, ci ha prestato tutti i suoi soldi, chiedendoci un semplice 10% d’interesse.
Secondo una logica matematica però c’è un problema: se tutti e dieci dobbiamo restituire 11 euro per un totale di 110 euro, che è ben oltre il fabbisogno esistente in realtà (ricordiamoci che la banca ha in totale 100 euro e basta)…da dove li prendiamo gli altri soldi se non esistono? Nessun problema…la banca è stata creata per facilitare le cose, per cui ti chiederà solo gli interessi di un anno cioè 1 euro, gli altri 10 euro te li chiederà il prossimo anno con un altro interesse. Cioè a questo punto abbiamo creato un debito. Avremo 1 euro in meno rispetto al totale da restituire e così per gli anni a venire, sempre che la banca ci chieda solo gli interessi.
Alla fine pagando solo gli interessi per 10 anni la banca riavrà tutti i suoi soldi prestati…noi più niente e avremo anche da pagare il debito iniziale, cioè saremo ancora debitori nei confronti della banca che invece ha avuto indietro tutto il suo capitale prestato ottenuto con un semplice interesse. Questo perchè non potremmo mai pagare il debito totale in nessuno modo, semplicemente perchè quei soldi non esistono. La nostra banca ci ha prestato inizialmente tutti i suoi soldi e a meno che non se ne stampino altri…noi non ne avremo a disposizione. Quindi…saremo insolventi ovvero schiavi della nostra banca e perderemo tutto, anche l’ipoteca che all’inizio abbiamo dato come garanzia.
La banca ha il potere di mandarci in bancarotta semplicemente non prestandoci più soldi. Perchè loro indirettamente li ricevono dalla Banca Centrale, e se questa chiude i rubinetti…non c’è più nulla per nessuno.
Ecco perchè le Banche Centrali hanno nelle loro mani il vero potere economico, e decidono autonomamente se creare o meno ricchezza…a loro godimento.Tanto hanno sempre un tornaconto…e il debito è infinito. Un ricatto forzato sulle persone, società e nazioni.
Qual’è lo scopo primario ed essenziale di tutto questo? Mandare il popolo in…bancarotta? O farci credere di essere benestanti apparenti? Solo così sarà inevitabile l’accettazione di un unico Nuovo Ordine Mondiale? Il tanto sospirato e temuto controllo globale delle masse…sarà utopia? O reale futuro?

“Datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”.
Mayer Amschel Rothschild (attualmente la sua discendenza controlla la Fed, la Banca Centrale Americana).

Senza escludere nessun “collateral effect”?
Credere ancora che l’11 settembe 2001 sia solo un attentato terroristico di origine islamica, significa accettare inconsapevolmente ed indirettamente il compromesso discutibile di questa società apparente e psicotica, senza chiedersi cosa sia realmente il vero ed autentico significato del messaggio radicale.

Dal secondo dopoguerra mondiale, il mondo occidentale vincente si è industrializzato grazie ad un economia globale condizionata da una produzione di massa capitalista, fondando le sue basi su una cultura di benessere illusoria momentanea e apparente. Consumismo=Pil=Economia.
Sì, ma quale economia? L’economia corporativa? Il reale benessere delle persone è individuato in essa?
Comprare oggetti, cose, auto, e ogni articolo a consumo altro non è che la creazione di uno “status sociale”, a cui poi inevitabilmente ogni individuo si associa e si plasma come meglio crede. O come in realtà crede di appartenere.
Condizione=Lusso=Apparenza=Consumismo=Schiavismo…ecc. ecc., sono tutti effetti collaterali di una compagine estrema che uccide l’individualismo, cioè l’essere vivente unico inteso come persona fisica reale e cosciente. Ovvero si uccide il valore morale dell’individuo.
Il singolo non ha più valore. Il potere occulto delle corporazioni ha prevalso sulla ragione morale. La globalizzazione di massa ci ha annientato.

Gli esseri umani (prevalentemente di sesso maschile) detengono il potere. Spesso e volentieri tendono a riunirsi in branco, un branco distruttore e malefico.
Quando contrariamente agiscono in una solitudine violenta incontrollata ma ispirata da un istinto terribile sconosciuto….ormai è troppo tardi. La follia estrema è già stata raggiunta.
Forse il ruolo primordiale maschile si è perso strada facendo proprio a causa di questa società distorta, fittizia e superficiale? O forse il ruolo opposto della donna si è evoluto così tanto in senso maschile da creare appunto una distorsione sociale inevitabile? La dolcezza stessa delle donne-madri si è dissolta in abitudini comuni giornaliere? L’istinto materno stesso, così potente e antipodo è spesso contrastato da false illusioni caratteriali? Ciò che spesso le differenzia è una particolare sensibilità innata, che consapevolmente le spinge quasi sempre verso il bene, bene assoluto: equilibrio fondamentale nei rapporti sociali umani.
Troppo poche sono le cronache di atti criminali violenti d’ispirazione femminile, su umani ed animali. Poche, quasi assenti in confronto al sesso maschile. Quando sono evidenti spesso sono individuabili in specifiche patologie gravi.
Come sia possibile che mariti, padri, fidanzati, giovani maschi apparentemente “normali” e in salute possano commettere tali atrocità…è ancora un mistero irrisolto. Si può ipotizzare un ispirazione, ma nulla di veramente certo e documentato.
Forse non è un mistero se tutto questo male sia ispirato da uno stato sociale ipnotico, illusorio, apparente, malefico e soprattutto psicotico.
Punti di riferimento sbagliati? Sta a noi capire quali limiti e confini siano opportuni.
La linea sottile che separa il bene dal male è troppo fragile per non essere spezzata ed attraversata.

Del resto chi ha creato questo capitalismo sociale psicotico…voleva proprio questo: controllo, ordine e condizione. Ad ogni costo e con ogni mezzo. Con ogni mezzo e ad ogni costo.

Senza escludere nessun “collateral effect”.

Annunci

4 pensieri riguardo “Controllo

  1. E’ vero siamo diventati una massa di addormentati.. seguiamo mode e status…consumiamo in continuazione.. e spesso consumiamo cose che non ci servono. Il benessere illusorio dato dal denaro che si moltiplica miracolosamente… la balla più grande che potevano spararci! Dobbiamo riprendere a pensare! E a combattere… cominciando ad eliminare gli sprechi e a non consumare la nostra piccola ricchezza… possiamo fare a meno di tanti bisogni indotti. Non credere agli incantatori di serpenti e far valere i nostri diritti sempre a costo anche di perdere. Un soldato che cade ne manda avanti un altro e così via… finchè non si conquista la postazione nemica!
    Ciao

    Liked by 1 persona

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...