Vegan


vegan
Oggi essere Vegan è una scelta molto importante! Essere Vegan oggi non è solo una dieta alimentare molto più radicale del vegetarianismo.
Essere Vegan oggi è un cambiamento dettato da una presa di coscienza!
Essere Vegan oggi significa libertà, pace, sostenibilità, salvezza e tante altre belle parole che non basterebbe una pagina intera per elencarle tutte. Esserlo con la consapevolezza e non con la violenza di imporlo è altrettanto giusto.
Essere Vegan oggi significa essere consapevole che il mondo per vivere ha bisogno di vita, una vita giusta, pacifica non violenta! Anche se schiaccio le formiche mentre cammino è inevitabile…naturale, non posso mica volare, se sono nato con le gambe è normale che devo camminare…ma è invece “evitabile” nutrirmi di altri esseri come me, fatti di carne, occhi, orecchie, pelle…!
Uccidere sapendo di farlo! Questo, è evitabile!
La legge vieta e punisce chi commette omicidi. Perchè non punisce anche chi uccide animali per la sopravvivenza umana non necessaria? Se non ci fosse un interesse lucroso capitalista estremo il mondo sarebbe diverso?
Io credo di sì!!
Io per primo mi sto rendendo conto che non si può imporre le proprie scelte con la violenza e l’indottrinamento forzato. Almeno non da chi ha pochi mezzi a disposizione…
Il Veganismo racchiude in un solo gesto tante azioni quasi inconsapevoli ma dirette e geniali! Una sorta di nuovo pacifismo globale, altro che..”Fate l’amore non fate la guerra!”. “Siate Vegan!”
Mi viene in mente il movimento pacifista anni ’60/’70 de “i Figli dei fiori”, il pacifismo assoluto, le manifestazioni che vedevo da piccolo in tv su “No alla guerra!”. Tante azioni fatte in passato..ora sembrano perse in un contesto socio-politico devastante quasi psicotico!
Dove siamo arrivati? Che società viviamo?
So da dove provengo e conosco le mie origini, e sono anche consapevole di essere figlio di tutto questo..ma sono altrettanto cosciente che esiste un problema, serio, importante…che la maggior parte delle persone non conosce perchè ignara e perchè c’è qualcuno che non vuole che si sappia!
Allora, cosa fare? Quale l’azione primaria?
Presa di coscienza! Consapevolezza che non siamo gli unici esseri viventi sul pianeta! Decisione, fermezza, forza! Porsi un obiettivo! Esseri sicuri! Sicurezza in noi stessi!
L’uomo è onnivoro?
No, non lo è!
Lo è diventato, nei secoli, durante la sua storia ha imparato a sfruttare ogni fonte vitale e naturale per il suo fabbisogno, traducendo tutto questo in un progresso finto, illusorio e psicotico!

Per concludere voglio citare le parole del Professor Umberto Veronesi che meglio di me può racchiudere in poche frasi quanto detto fin ora:
“La mia famiglia era di origine contadina e io ho trascorso la mia infanzia in campagna, circondato da vitelli, agnelli, puledri, e tanti animali che consideravo i miei amici. Crescendo, il solo pensiero del loro sacrificio è diventato per me inaccettabile. La mia scelta vegetariana è perciò una scelta etico-filosofica. Ho il massimo rispetto per la vita in tutte le sue forme, specie quando non può far valere le proprie ragioni. Il cibo per me è una forma di celebrazione della vita, un premio dopo la fatica e un momento di gioia autentica, come lo era appunto da bambino. Per questo non mi piace celebrare la vita negando la vita stessa ad altri esseri viventi. Sono contrario ad ogni forma di violenza, anche quella esercitata nei confronti degli animali da allevamento quando vengono torturati: immobilizzati per impedire il movimento, ingozzati di cibo e anche percossi crudelmente (come succede in Giappone) perché la loro carne sia più grassa e bianca al momento del macello. L’uomo è davvero l’animale più crudele.”

Annunci

4 pensieri riguardo “Vegan

  1. La scelta vegana è una scelta difficile da fare e da portare avanti. La presa di coscienza, che è il DNA di questa scelta, è il primo scalino da vedere e poi superare; i media, chi detiene il potere economico e politico, non vuole che lo vediamo. Chi ci vive accanto, anche in famiglia, ci ostacola nel momento in cui apriamo gli occhi. E quando uno comincia a svegliarsi lo fa su tutto ciò che lo circonda….può essere pericoloso per chi ci vuole strumentalizzare.
    Concludo dicendo che occorre imparare a resistere e rimanere sulle nostre convinzioni per il bene nostro, degli animali, dell’ambiente e delle generazioni che verranno.

    Liked by 1 persona

    1. Ciao, Cinzia. Ogni decisione nella propria vita impone delle scelte e dei cambiamenti. Spetta a noi saperli interpretare a nostro beneficio personale, a chi ci è vicino, e più nel complesso a tutti gli altri, che in un modo o nell’altro rappresentano un condizionamento. Io personalmente ho sempre instaurato una certa disciplina che mi ha permesso di pormi degli obiettivi ed ottenere dei risultati. Non mi ritengo una persona “calcolatrice” ma piuttosto riflessiva e responsabile. Ognuno di noi dovrebbe esserlo mettendo da parte egoismi e superficialità. Purtroppo siamo cresciuti e viviamo nell’epoca del consumismo più sfrenato, ed insegnare a noi stessi e ai nostri cari un senso del dovere etico..è alquanto complicato, ma non per questo impossibile! Fermezza, tenacia e convinzione di quello che si pensa sono le armi migliori. Cari saluti. 🙂

      Mi piace

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...