Stop the massacre


wolf
Il commercio illegale di specie selvatiche è il 4° mercato illegale del Pianeta, dopo quello di droga, armi ed esseri umani. Aiutaci a fermare i crimini di natura chiedendo sanzioni più severe per l’uccisione di animali selvatici e precise garanzie per il mantenimento e il rafforzamento del Corpo Forestale dello Stato.
I crimini contro la natura – il bracconaggio, l’uccisione, il traffico e la commercializzazione di specie selvatiche – sono la seconda causa di estinzione di specie nel mondo, dopo la distruzione degli habitat.
Sono un fenomeno globale che alimenta guerre, terrorismo e corruzione provocando sofferenza, povertà e soprusi.
In Italia lo scenario è drammatico: si consuma una violazione in materia di tutela ambientale ogni 43 minuti e i reati contro gli animali e la fauna selvatica rappresentano il 22% del totale del reati ambientali.
E che cosa si sta facendo in Italia per far fronte a questa emergenza?
Si ipotizza uno smembramento, o un accorpamento ad altre forze, del Corpo Forestale dello Stato che svolge un servizio fondamentale e specialistico per la tutela dell’ambiente e per la difesa degli animali.
Il WWF chiede immediatamente che Parlamento e Governo approvino una riforma del codice penale con l’introduzione dei reati ambientali e tra questi il “Delitto di uccisione di specie selvatica protetta” e l’inasprimento delle pene attuali per i reati contro la natura. Inoltre chiede che venga garantito il rafforzamento – e non l’indebolimento – del Corpo Forestale dello Stato.
Firma anche tu per chiedere sanzioni più severe per l’uccisione di animali selvatici e precise garanzie per il mantenimento e il rafforzamento del Corpo Forestale dello Stato.
“Siamo tutti connessi, l’umanità, le specie animali, gli habitat, tutto è legato in una grande rete della vita che viene strappata ogni giorno, ogni minuto in ogni angolo del pianeta – ha dichiarato Donatella Bianchi presidente del WWF Italia – Il mercato illegale di natura è un circolo vizioso che si alimenta grazie al valore sempre più alto delle specie che via via si estinguono”.

Nel mondo rischiano l’estinzione per mano dell’uomo elefanti, rinoceronti, tigri, oranghi, uccelli migratori, lupi, orsi, cetacei: specie simbolo e non solo, in Italia e nel mondo.
Un vero e proprio assedio su scala industriale: 25.000 elefanti uccisi nel solo 2013, 70 al giorno! Solo in Sud Africa da 13 rinoceronti uccisi dai bracconieri nel 2007 si è saliti a 1.004 nel 2013, circa 3 scompaiono ogni giorno nel mondo! Allarme rosso anche per le tigri: oltre 1.400 gli esemplari uccisi dal 2000 al 2012 secondo le stime dei sequestri effettuati nei paesi range, almeno 2 a settimana!
23 miliardi di dollari l’anno il mercato nero mondiale che uccide elefanti, rinoceronti, tigri, tartarughe e aumenta il dramma della povertà in Africa, Asia e Sud America!
Avorio & Kalashnikov: anche gruppi armati e terroristici finanziati dal traffico illegale di specie selvatiche!
E’ assalto alla fauna anche in Italia: aumentano le minacce per orsi, lupi, piccoli e grandi uccelli migratori tra cui rapaci!
Il WWF chiede di sostenere le centinaia di Ranger del WWF attivi nei ‘fronti aperti’ d’Italia e del mondo e di firmare la Petizione online per ottenere in Italia sanzioni più severe per chi uccide specie selvatiche terrestri e marine.

Alla base di tutto c’è sempre un atto `criminale´ dei bracconieri e una domanda di prodotti illegali da parte di paesi e consumatori.

Insieme possiamo condividere un sogno: un mondo più giusto, pulito…migliore!
Molto di quanto accadrà in futuro dipende dalle nostre scelte, anche dalle tue!
Un tesoro di biodiversità rischia di scomparire per sempre e insieme possiamo difenderlo, non possiamo farlo da soli. I grandi cambiamenti cominiciano sempre da piccole azioni! Facendo piccoli cambiamenti nel modo in cui mangi o utilizzi l’energia, possiamo cominciare a ridurre la pressione sulle nostre risorse naturali.
Le scelte, come consumatore, genitore o semplicemente individuo “attento” fanno la differenza!
Gli studi scientifici pubblicati ogni giorno sulla salute della Terra non lasciano spazio all’indifferenza: la biodiversità sta scomparendo ad una velocità senza precedenti! Entro il 2050 arriveremo a consumare, ogni anno, il doppio delle risorse che produce la Terra, questo potrebbe essere la causa dell’estinzione non solo di specie animali e vegetali, ma anche della nostra.

Siamo tutti abitanti dello stesso Pianeta, siamo tutti chiamati a scrivere un nuovo inizio per il nostro futuro.

http://www.wwf.it/ tramite https://www.change.org/it

Firma la petizione:
https://www.change.org/it/organizzazioni/wwf_italia

Annunci

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...