Spirituale


cracra
Il concetto odierno di animalismo non è corretto nè totalmente etico.
Tutte le categorie sociali ristrette riportano per natura umana all’estremismo e mi dispiace dirlo ma sta accadendo anche nel mondo vegan.
Ci sono prove ed esempi ovunque. Speculazioni e complotti.

Io sono più per una visione etica totale della vita e del mondo, una visione più spirituale che terrena.
Amare gli animali considerandoci animalisti senza fare altrettanto con gli umani definendoci dunque umanisti…è sbagliato.

La vita tutta va amata e rispettata. In questo senso dovremmo definirci noi umani Animalisti autentici, considerando anche l’uomo, la donna, i vegetali, la roccia, i minerali, l’acqua e la Terra con tutto ciò che contiene. Questo è vero Animalismo non Specista.

Ovviamente questo vero ed autentico Animalismo non esiste e non può sussistere in quanto la vita stessa non esisterebbe senza il collegamento l’una con l’altra.
Ovvero l’evoluzione stessa ci ha portato oggi dove siamo proprio perchè siamo stati uniti gli uni con gli altri, ed è risaputo che alcuni animali come l’uomo si nutrono della carne di altri per sopravvivere, come alcune piante aspirano ossigeno, acqua e altre sostanze vitali naturali per crescere e donare frutti ed aria per farsì che noi esseri viventi possiamo respirare e quindi vivere. Per non parlare dunque di altri microorganismi invisibili, compresi batteri e virus o gli insetti che pur essendo nocivi brutti e fastidiosi in parte o totalmente rappresentano in ogni caso la vita terrestre. Concetto di bruttezza specista anch’esso.

Quindi quale grande dilemma si pone? Mangiare o non mangiare? Carne sì carne no?
Io credo, anzi sono convinto, che proprio grazie ad una sofisticazione ormai raggiunta…l’uomo oggi possa vivere e sopravvivere eticamente ed obbligatoriamente solo esclusivamente con i frutti della terra, senza privare nessun altro del dono vitale naturale che ci è stato regalato.
Forse è proprio per questo motivo che siamo stati destinati a tale intelligenza e consapevolezza.
Migliaia di anni d’evoluzione consapevole per capire che vivere in pace è…non uccidere, nessuno.

Spiritualità è anche questo.
Io credo e sono convinto che tutti gli animali sono nati e nesceranno con un unico solo grande scopo: vivere in libertà.

Non esiste allevamento etico, biologico, naturale e quant’altro di intelligente sofisticato è stato nominato per placare la schiavitù.
Non esiste.
Punto.

Annunci

24 pensieri riguardo “Spirituale

  1. Ciao Roberto, sono d’accordo con te, spesso alcune persone vegan si autorinchiudono in cerchie molto ristrette e con una chiusura totale verso il mondo esterno, si definiscono animalisti, difendono appassionatamente gli animali, ma sono indifferenti o addirittura aggressivi, verso altri esseri umani.
    Io preferisco definirmi antispecista, piuttosto che animalista, perchè l’antispecismo significa appunto avere lo stesso rispetto per ogni individuo, a prescindere dalla specie.
    E questo significa rispettare la vita nella sua totalità, rispettare l’intera Madre Terra e tutti i suoi abitanti, del mondo vegetale, minerale, animale, uomo compreso.
    Spesso leggo di vegan che aggrediscono verbalmente onnivori con parole dispregiative e offensive, io preferisco dialogare con le persone, preferisco cercare di spiegargli il mio punto di vista vegan, motivandolo e cercando di far breccia nel loro cuore e nella loro anima, affinchè “veda” e “senta” lui stesso, emozionalmente, cosa significa mangiare prodotti animali. Solo questo, secondo me, può far cambiare le coscienze, creare empatia e costruire un mondo più giusto, sostenibile e pacifico.
    Ciao, buona serata
    Serena

    Mi piace

    1. Ciao Serena…come non essere daccordo con Te! Mi trovi contento ed appassionato nel leggere le tue parole!
      Anche a me non piace la definizione “Animalista” in quanto credo che spinga la persona ad identificarsi in un gruppo specifico, e gli estremismi non fanno mai bene…
      Ti saluto, e grazie per l’intervento!
      Roberto

      Mi piace

  2. Margherita Hack grande scienziata morta novantenne nn ha mai conosciuto il gusto della carne essendo nata da genitori vegetariani mantenendo questo precetto.
    io mangio carne per la verità qualche volta al mese.
    Mai abbacchio come da
    mattanza pasquale. Uova da allevamento a terra e così via.

    una educazione al rispetto del vivente sarebbe alla base di una

    Liked by 1 persona

  3. ciao!
    io sono umanista e mangio carne ma rispetto ogni essere vivente nei limiti di ciò che ritengo umano.
    Il tuo articolo mi è piaciuto molto e sto per scrivere qualcosa anche io sul tema

    Mi piace

      1. solo che ogni uomo di qualunque razza regione colore opinione sesso stato di salute fisica e mentale giovane vecchio intelligente o no viene sempre e comunque prima di qualsiasi animale
        ma che ogni animale va rispettato come tale

        Liked by 1 persona

      2. Questo che hai appena detto si chiama specismo, costola del razzismo e altri “filoni” umani terribili, in controtendenza rispetto alla reazione-rivoluzione che sta accadendo nel mondo occidentale industrializzato.

        Il mio pensiero trasformato in blog lo rappresenta!

        Liked by 1 persona

      3. hai mai letto le leggi per la difesa degli animali emanate dai nazisti?
        nessuno era più animalista di loro
        tanto da sparare in testa agli internati dei campi di concentramento quando si avvicinavano agli animali
        puoi controllare tv stesso

        Mi piace

      4. Credo e mi auguro che tu stia scherzando!!
        Le leggi razziali del nazismo erano contro ogni rispetto e tutela del mondo animale!

        Hitler condivideva infatti una visione della vita radicalmente antropocentrica, tipica della cultura specista, tanto che giunse a scrivere:

        “Se posso accettare un comandamento divino, questo è: preserva la specie [umana]. … Io sogno uno stato di cose in cui ogni uomo comprenda di dover vivere e morire per la conservazione della specie [umana]. È nostro dovere incoraggiare questa idea: lasciare che colui che si distingua nel servizio della specie [umana] sia giudicato degno del massimo rispetto. … La convinzione che, obbedendo alla voce del dovere, si lavora per la conservazione della specie [umana], aiuta a prendere le decisioni più importanti.”

        Ancora Adolf Hitler scrisse:

        “Ho imparato che la vita è una lotta crudele, che non ha altro scopo che la preservazione delle specie. … Io preferirei non vedere soffrire nessuno, non nuocere a nessuno. Ma quando mi rendo conto che la specie [umana] è in pericolo, allora nel mio caso il sentimento lascia il posto alla ragione più fredda. Divento unicamente consapevole dei sacrifici che il futuro richiede, per compensare i sacrifici che si esita a consentire oggigiorno.”

        Siamo proprio sicuri di vivere in una democrazia liberale non razzista?

        Mi piace

      5. Ribadisco! Urge una maggiore consapevolezza su quanto riporti!
        Io ti ho indicato in copia alcune dischiarazioni fatte da Hitler nel suo Mein Kampf (che non necessitano di commento).
        Magari una tua citazione veritiera…sarebbe ben gradita! Grazie!

        Mi piace

      6. Citazione da Mein Kampf di Hitler:

        “La fede innalza l’uomo al disopra della vita animale e coopera a fortificare ed assicurare l’esistenza. Si privi la odierna umanità dei principi religiosi ed etici, rinvigoriti dalla sua comunicazione; ed aventi per essa il valore di dottrina pratica. Togliendo l’educazione religiosa senza sostituirle niente di eguale valore: ne conseguirà un danno profondo alle fondamenta dell’esistenza. Si può decretare che non solo l’uomo vive per essere soggetto ad ideali superiori ma sono questi stessi ideali a fondare la base dell’esistenza umana.”

        Mi piace

      7. “I popoli che combattono per sublimi idee nazionali hanno forza di vita e ricchezza d’avvenire.
        Tengono nelle proprie mani i loro destini. Non di rado le loro forze, creatrici di comunità, sono valori di portata internazionale, aventi per la convivenza dei popoli effetti più benefici che gli “immortali principi” del liberalismo, i quali intorbidano e avvelenano i rapporti fra le Nazioni.
        Il Fascismo e il Nazional-socialismo, intimamente connessi nel loro fondamentale atteggiamento verso la concezione del mondo, hanno la missione di segnare nuove vie ad una feconda collaborazione internazionale. Comprenderli nel loro senso più profondo, nella loro essenza, significa rendere servigio alla pace del mondo e quindi al benessere dei popoli.”
        Adolf Hitler
        Berlino, 2 Marzo 1934

        …si capisce dunque da quanto scritto nella prefazione del Mein Kampf come il pensiero del dittatore sia stato alquanto confuso o distorto o manipolato in una reale circostanza dei fatti!
        Idem per cui nelle sue ipotetiche leggi a tutela degli animali!

        Mi piace

  4. Nella biografia ufficiale di Hermann Göring, scritta da Erich Gritzbach, viene riportata la seguente frase:

    “Göring è un fanatico amico degli animali. Egli dice: Chiunque torturi gli animali viola gli istinti del popolo germanico

    Adolf Hitler era vegetariano.

    “Si può rimpiangere di vivere in un periodo nel quale è impossibile formarsi una idea della forma che il mondo del futuro assumerà. Ma c’è una cosa che posso predire ai mangiatori di carne: il mondo del futuro sarà vegetariano”
    Adolf Hitler, Conversazioni a tavola, 11 novembre 1941, Sezione 66
    Il suo cuoco austriaco, Kruemel, racconta che:

    “Dopo una leggera colazione, una delle attività favorite di Hitler era fare una passeggiata con Blondi, la sua cagnetta. Una delle sue più grandi gioie era quando Blondi riusciva a saltare più in alto dell’ultima volta. Era solito dire che andare a passeggio con il suo cane era una delle cose che lo rilassavano di più”.

    Legge sulla protezione degli animali
    (24 novembre 1933)

    Il governo ha deciso la seguente legge, che qui viene resa nota:

    Sezione I

    Crudeltà contro gli animali

    § 1

    (1) E’ proibito tormentare o maltrattare rudemente un animale senza necessità.

    (2) Si tormenta un animale quando gli si causano ripetutamente o continuamente sensibili sofferenze o dolori.

    Il tormento non è necessario quando non serve ad un proposito razionale giustificabile.

    Si maltratta un animale quando gli si causa sensibile dolore; il maltrattamento è rude quando è connesso con uno insensibile stato della mente.

    Sezione II

    Misure per la protezione degli animali

    § 2

    E’ proibito:

    1. trascurare un animale di cui si è proprietari, trattarlo o dargli una sistemazione che gli provochi sensibile dolore o sensibile danno;
      1. utilizzare non necessariamente un animale per ciò che chiaramente eccede le sue capacità o gli provoca sensibile dolore, o che, a causa delle sue condizioni, non è in grado di fare;
      2. utilizzare un animale per mostre, film, spettacoli, o altri pubblici eventi, in tutti i casi in cui questi eventi provochino all’animale sensibile dolore o sensibile danno alla salute;

      3. utilizzare un animale debole, ammalato, sovraffaticato o vecchio, per il quale l’ulteriore vita sia un tormento, per ogni altro proposito che non sia quello di causargli o procurargli una morte rapida e senza dolore;

      4. abbandonare un animale domestico per liberarsi di lui;

      5. sviluppare o provare il potere dei cani sui gatti, sulle volpi e sugli altri animali;

      6. tagliare le orecchie o la coda di un cane più vecchio di due settimane, questo è permesso se è fatto con anestesia;

      7. tagliare la coda di un cavallo, questo è permesso se è per rimediare a un difetto o malattia della coda ed è fatto da un veterinario e sotto anestesia;

      8. eseguire una operazione dolorosa su di un animale in modo non professionale o senza anestesia, se l’anestesia in casi particolari è impossibile l’operazione deve essere eseguita in accordo con le regole veterinarie;

      9. uccidere un animale in un allevamento di pellicce a meno che non si usi l’anestesia ed in ogni caso senza dolore;

      10. alimentare forzatamente il pollame;

      11. strappare o tagliare le cosce delle rane vive.
        ecc. ecc

    Puoi proseguire tu.
    Carissimo, prima di accusare le persone di ignoranza, accertati che per esempio non conoscano cose che tu non puoi conoscere perché non le hai vissute, ma magari qualcuno che ho conosciuto personalmente sì

    Liked by 1 persona

    1. Certo che proseguo io! A patto che potresti anche dirmi che Hitler, Himmler, Goebbels e tutte le SS erano vegan (e non vegetariani, scusami ma sono due cose nettamente diverse!), ma non cambierebbe comunque la “sostanza” a causa di tutti i crimini che hanno commesso, in particolare sull’uomo (figuriamoci sugli animali). Capisci anche tu che profetizzare buonismo ed agire negativamente nella realtà non libera le coscienze!
      Ora la mia domanda nasce spontanea, considerando che hai menzionato “tu” il nazismo: che cosa vuoi spiegare affermando che i nazisti erano presunti animalisti? Di concreto, la tua discussione cosa dovrebbe far intendere?
      Giusto per capire, in quanto la tua presunzione di conoscere l’etica dell’argomento mi ha un attimo stizzito! E poi considerando che come affermi mangi carne ma hai rispetto per gli animali…mi piacerebbe capire qual’è la tua posizione a riguardo? Anche perchè comprenderai tu stessa che il contrasto e la confusione in quello che credi sia la tua etica…è alquanto distorta!

      Mi piace

  5. Caro Roberto, sono parzialmente d’accordo con te. Superata una certa età la carne può e deve essere eliminata dalla dieta di un individuo adulto, il problema si pone nell’infanzia dove le proteine animali sono necessarie per la crescita del bambino. Oppure nelle diete di persone defedate. Un abbraccio.

    Mi piace

    1. “…il problema si pone nell’infanzia dove le proteine animali sono necessarie per la crescita del bambino…”
      Non è propriamente esatto. Studi autorevoli recenti affermano esattamente il contrario, in particolare sullo svezzamento infantile. Grazie del contributo.

      Mi piace

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...