Collateral effect


bomb
Da circa 60 anni ormai, dal secondo dopoguerra mondiale, il mondo occidentale (con U.S.A. in testa) ha accellerato un economia globale condizionata da una produzione di massa capitalista, fondando le sue basi su una cultura di benessere illusoria momentanea e apparente.

Consumismo-Pil-Economia.
Sì, ma quale economia?
L’economia corporativa?
Il benessere delle persone?

Comprare oggetti, cose, auto, e ogni articolo a consumo altro non è che uno status sociale a cui poi inevitabilmente ogni individuo si associa e si plasma come meglio crede.
Condizione. Lusso. Apparenza. Consumismo. Schiavismo.
Bullismo. Sessismo. Razzismo…e la maggior parte delle parole che terminano con ismo sono effetti collaterali di una compagine estrema che uccide l’individualismo, cioè l’essere vivente unico ed individuale

“Il valore morale dell’individuo”.

Ecco perchè quando una persona tende ad uscire dal gruppo viene spesso attaccata e derisa o non presa in considerazione.

Il singolo non ha più valore.
Il potere ha prevalso sulla ragione morale.

Un solo risultato: globalizzazione.

Gli uomini di sesso maschile detengono di solito e in prevalenza il potere, spesso e volentieri tendono a riunirsi in branco, un branco distruttore e malefico.
E quando agiscono in una solitudine violenta incontrollata da un istinto terribile quanto sconosciuto….ormai è troppo tardi.
La follia estrema è già stata raggiunta.

Forse il ruolo primordiale maschile si è perso strada facendo proprio a causa di questa società distorta, fittizia e superficiale.
O forse il ruolo opposto della donna si è evoluto così tanto in senso maschile da creare una distorsione sociale inevitabile.

La dolcezza stessa delle donne e madri si è dissolta in abitudini comuni e giornaliere.
L’istinto materno stesso, così potente e antipodo è spesso contrastato da false illusioni caratteriali.
Ciò che spesso le differenzia è una certa sensibilità innata che per fortuna le spinge quasi sempre verso il bene…equilibrio fondamentale nei rapporti umani sociali.

Troppo poche le cronache di atti criminali violenti d’ispirazione femminile su umani e animali…poche, quasi assenti in confronto al sesso opposto, e comunque individuabili a volte in patologie gravi.
Come sia possibile che mariti, padri, fidanzati e giovani maschi apparentemente “normali” e in salute possano commettere tali atrocità?!

Forse non è un mistero se tutto questo male sia ispirato da uno stato sociale ipnotico, illusorio, apparente e malefico.
Punti di riferimento sbagliati.
Sta a noi capire quali limiti e confini siano opportuni.

La linea sottile che separa il bene dal male è troppo fragile per non essere spezzata ed attraversata.
Del resto chi ha creato questo capitalismo sociale psicotico…voleva proprio questo…

…controllo, ordine e condizione! Ad ogni costo e con ogni mezzo!

Con ogni mezzo e ad ogni costo…

…senza escludere nessun collateral effect.

Annunci

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...