Lotta


senzaparole4

Uscire dal gruppo è da sempre un atto coraggioso e non privo di conseguenze…anche minacciose! Andare controcorrente è spesso antipatico, asociale, controproduttivo e il più delle volte…benefico! Oggi la società moderna, o meglio il prodotto interno lordo delle nazioni, si regge tramite un complesso sistema “dittatoriale” chiamato consumismo di massa. E chi crea il consumismo? Le industrie…dicono i consumatori, i consumatori dicono la richiesta, la richiesta è dettata da un consiglio…ovvero un imposizione. Cioè, un imposizione è un consiglio imposto con dolo, inganno, sofisticazione. Si mascherano ad arte gli annunci pubblicitari degni di un vero e proprio autore postmodernista. Con ingegno e un pizzico di furbizia si crea un perfetto, maniacale, quasi folle condizionamento, tale da indurre una forte pressione psicologica…per far credere, anzi per obbligare un acquisto controllato spacciato per voluto-casuale. Basta guardarsi intorno, entrare in un supermercato, accendere la tv, la radio o un qualsiasi giornale e rendersi conto che più del 50% con punte del 90% tutti gli spot pubblicitari sono concentrati in prevalenza su cibo, bevande, integratori alimentari, medicinali e cura persona. Non a caso questa porzione di mercato consumista genera nel mondo fatturati da capogiro, incalcolabili! Si fa presto a capire perchè questa società è fatta di persone che non vogliono uscire da un gruppo “affiatato” radicato e comune.
Il consumo di carne e derivati, prodotti cosmetici, il vestiario, e spesso il divertimento (circhi, ippica, acquari, pesca, caccia ecc.) altro non sono che un blocco di fatturato puro ultra miliardario per corporazioni senza scrupoli! L’idea di corporazione stessa è proprio questo. Persone fisiche con diritti giuridici spinti da un unico desiderio: creare capitale, ad ogni costo e con ogni mezzo!
Si capisce benissimo perchè inculcare un alimentazione diversa a uno stile di vita dettato da un tale condizionamento aggravato anche da tradizioni culturali familiari quali sono le sagre e altro…non è difficile, ma quasi utopistico!
La verità è che effettivamente viviamo in mondo apparentemente “libero”, almeno noi nel mondo occidentale, fatto di scelte obbligate che ti legano per tutta la vita ad uno status, uno status apparente quasi ipnotico che ti travolge in un illusione di godimento momentanea.
Il menefreghismo e la negazione sono sempre state armi pacifiche di lotta sociale.
Abbiamo dimenticato le azioni di protesta, gli scioperi, le astensioni. Tutto è stato travolto e zittito dal “dio denaro”. E oggi vogliono mascherarci con la crisi economica, facendoci credere che le banche hanno chiuso i rubinetti.
La realtà delle cose è ben diversa e nessuno è cosciente per capire che stiamo spingendo il mondo verso un traguardo ben visibile a pochi, pochi uomini intelligenti ed astuti.
La ribellione ad un sistema corrotto e malato è tanto urgente quanto doverosa.
Svegliare le coscienze assopite è un obbligo per tutti.
Capire questo ed altro ancora non è utopia, ma volontà!
Con il Veganesimo o Veganismo o Ambientalismo o Animalismo o Antispecismo (tutti figli di uno stesso ideale)…possiamo combattere a testa alta! Ma bisogna farlo con coscienza…per non cadere, a nostro malgrado, in un errore simile ma opposto.
Le correnti speciste sono da sempre un rischio da evitare, e lottare con violenza antipacifista contro uno schieramento opposto…è molto pericoloso.
Vivere meglio, vivere tutti…in pace…con rispetto ed amore…si può……..si deve!

 

Annunci

Invia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...